Napoli, o meglio ‘il Comune di Napoli’ a guida Manfredi, in questi giorni sta celebrando la ‘giornata del caffè’.

Chissà se il sindaco sorseggia un bel caffè dal balcone di Palazzo San Giacomo mentre vede che le strade della città cadono a pezzi, visto che per festeggiare questa ricorrenza ha sottratto 80 mila euro annui alla manutenzione stradale.

E mentre ‘ci abboffano di caffè’ come direbbe il caro Pino Daniele, i cittadini sono abbandonati a loro stessi. Da non dimenticare che fu la Sorrentino a fare questa proposta di istituzione del fondo di 80 mila euro all’anno, che potrebbe poi proseguire per gli anni a venire.

La domanda che mi pongo è se queste persone prendono gli elicotteri per spostarsi nella città, e non vedono che in ogni angolo, soprattutto del centro storico, la situazione è disastrosa.

Stiamo festeggiando una cosa di cui Napoli non ha bisogno.