La funicolare di Chiaia è ancora chiusa al pubblico, ormai da venti mesi.

Alle fine dell’800 per costruirla la ditta «Fermariello Gennaro» impiegò due anni; iniziò i lavori a maggio del 1887 e dopo due anni, il 18 ottobre del 1889, si festeggiò la corsa inaugurale.
E meno male che la ditta Fermariello Gennaro era una ditta di abili artigiani e non una succursale della Federico II come quella che ci amministra oggi, altrimenti, forse la funicolare di Chiaia avrebbe fatto la fine della linea 6 o della ormai cinquantenne metro 1.

Ancora nessuna notizia ufficiale sui lavori meno che mai sulla riapertura, tutto tace con gravi ripercussioni sulla viabilità cittadina. I lavori iniziati, sulla carta, solo ad ottobre 2023 dopo mesi di chiusura, sarebbero dovuti durare dieci mesi ma la riapertura ancora non si conosce.

Una vergogna il ritardo e la disinvoltura con la quale non danno spiegazioni.