Il Consiglio regionale della Campania ha approvato all’unanimità la mia mozione per l’acquisto di una Pet-Tac, ed il miglioramento dei trattamenti di radio e chemioterapia sull’Isola di Ischia. Ora sono i sindaci dell’isola a dover far sentire la loro voce, ma al momento ancora nulla.

La mancanza di queste strumentazioni obbliga ad oggi, centinaia di malati ischitani a recarsi a Napoli mediante spostamenti marittimi, condizionati dal clima e tanto altro. I sindaci di Ischia ancora non mi hanno risposto e sono loro a dover insistere affinché la PET/TAC sia presente sull’isola. Ho scritto praticamente a tutti i sindaci di Ischia, ora farò lo stesso con i consiglieri. Quando ci si muove con un’approvazione all’unanimità, il passo è molto più forte di un semplice ordine del giorno.

Nel caso di questa mozione approvata, non per merito mio, ma per meriti dei cittadini di Ischia, il passo successivo è fare ‘pressione’ sulle istituzioni locali e questo possono farlo solo i cittadini: non basta una mozione approvata, la realtà di oggi sulla ‘carta’ è una cosa, ma i fatti sono ben altri. I diritti degli ischitani devono essere rispettati.