In seguito alle mie interrogazioni e denunce in Consiglio Regionale sull’enorme squilibrio che in Campania c’è tra l’erogazione di servizi sanitari pubblici enormemente a favore di quelli privati la risposta e i dati ottenuti su tale squilibrio sono allarmanti, nel 2022 il servizio sanitario nazionale è stato occupato dal privato.

Ho finalmente saputo che il Direttore Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale, Avv. Antonio Postiglione, ha inviato una nota prot.n.243218 del 10/05/2023 intimando alle Aziende del Servizio Sanitario Regionale di sospendere le prestazioni dell’attività libero professionale, fino al raggiungimento del completo riequilibrio con quelle istituzionali.

Ma come è possibile che Verdoliva, (così come Postiglione) tardivo ed un po’ distratto, si sia accorto di questo enorme squilibrio solo cinque mesi dopo la fine dell’anno 2022?
Anno in cui, non dimentichiamo che solo al Cardarelli sono state somministrate 1255 visite ortopediche in intramoenia, mentre nel pubblico appena 112, all’Ao dei Colli “111 ecografie dell’apparato urinario in intramoenia e 0 nel pubblico; al San Giuseppe Moscati su 699 visite ortopediche in intramoenia sono risultate 0 nel pubblico, ecc.

Ho presentato una nuova interrogazione in cui chiedo quali siano stati i cambiamenti effettivi per l’anno 2023, a seguito anche dell’intimazione del Direttore Postiglione. La legge dell’equilibrio tra il privato ed il pubblico già esiste, deve essere solo rispettata come al solito.