Grande successo per la manifestazione di ieri in difesa degli allevatori e delle bufale casertane, tantissimi gli artisti che sono scesi in campo per difendere l’oro bianco della Campania quella stalla vuota senza più bufale tutte macellate, ma presenti tante associazioni e cittadini, con la rabbia di non vedere più le bufale in quelle stalle.

Dove non arriva la politica, arrivano la cultura e l’arte!

Ringrazio vivamente Patrizio Rispo, Rosaria De Cicco, Alan De Luca sempre presenti per le battaglie civili che riguardano la nostra terra. L’intento della manifestazione è stato proprio quello di dare voce agli allevatori che non hanno più voce anche sui grossi media.

La totale indifferenza della Regione Campania che continua a procedere con un piano di eradicazione ‘non’ più della Brucellosi, ma ormai delle bufale casertane, con il risultato del peggioramento delle condizioni con il risultato di oltre 100mila bufale sane macellate senza alcun motivo e con la conclusione di aver visto chiudere quasi la metà delle imprese della provincia di Caserta in pochissimi anni.

Gli allevatori non si fermano, questa è una vera lotta.

Si parla di Autonomia Differenziata, ma niente era più autonomo di questo settore realmente trucidato e vilipeso, i traditori della nostra terra non sono solo coloro che stanno sostenendo l’autonomia differenziata, ma anche coloro che stanno permettendo lo sterminio delle bufale casertane.

Prossimamente nuove manifestazioni più imponenti. Il prossimo passo deve essere il commissariamento della Regione Campania; il governo può farlo anche perchè è stato alla base di molte campagne elettorali da parte dei parlamentari campani.

Non posso non ringraziare i direttori Luca Signorini ed Ernesto Pagliano con le loro ensamble, Valeria Vaiano per l’impeccabile organizzazione, ed ovviamente gli allevatori che non smettono di credere in questa battaglia di difesa della dignità e del diritto all’esistenza.