Incommentabili sono le parole della Presidente di Municipalità Vomero-Arenella in una tv regionale campana, espresse sulla questione dello sterminio degli alberi al Parco Mascagna.

Tanti cittadini mi stanno contattando in queste ore perché sono rimasti delusi, oltre che arrabbiati, proprio per le dichiarazioni della presidente di municipalità che non si rende proprio conto di quanto il Comune stia massacrando il verde cittadino, anche grazie ai municipali e comunali, accusando i cittadini di “mancanza di strumenti cognitivi”.

I suoi cittadini di aspettano delle scuse, anche perché sono proprio le associazioni che hanno presentato una controperizia che dimostra quanto stia accadendo al parco Mascagna, dove di 51 alberi gran parte sono stati abbattuti e molti di questi ‘potati a morte’, come degli oggetti anche se sani, e dove magari si richiedeva solo una semplice potatura.

È ormai ufficiale la controperizia delle associazioni hanno dimostrato che è in atto uno vero e proprio sterminio degli alberi del Parco Mascagna senza sosta e senza “scienza”.

La perizia tecnica comunale è superficiale, come già detto, 51 schede di analisi degli alberi, effettuate tramite VTA, e cioè tramite pura osservazione visiva, senza alcuna verifica strumentale, infatti totalmente superficiali. Anche all’interno della stessa perizia riconoscono che in questi anni ‘c’è stata un’assenza di cure colturali con interventi di manutenzione spesso erronei’, intanto continuano su questa strada; il tutto mentre la Municipalità dorme e quegli ambientalisti, indegni figli di quel Marco Mascagna, guardano e tacciono.

Due di queste schede sono importanti da capire, una per gli alberi da abbattere che risultano 23 ed una per quelli “da potare” che risultano essere 28. Ma, le schede degli alberi da abbattere e potare sono praticamente tutte uguali, tranne che per l’indicazione dell’ubicazione dell’albero, fatta comunque con il semplice generico riferimento alla strada adiacente. Insomma, non si pota ma si tronca non si cura ma si abbatte e dopo questo sterminio di ben 51 alberi, cosa rimarrà dei giardinetti del Vomero? Il nulla!

Abbiamo chiesto di fermare questi abbattimenti in attesa di analisi più precise, ma non è successo nulla. Promessa di ripiantare? Alberi di 50 anni con alberi di 50 centimetri, bell’affare, manca un piano del verde.

Il consiglio al presidente di municipalità, è quello di essere più cauta nelle dichiarazioni che fa, ed informarsi realmente su quello che la sua amministrazione sta facendo al verde di Napoli, senza accusare i cittadini.