Dal Pacco per Napoli al Privato per Napoli.

Molto grave ciò che è successo ieri nella Commissione Salute e Verde di Napoli, in cui si è dato spazio alla possibilità della gestione del verde cittadino ai privati.

Una città sempre più privatizzata, dalla svendita dei nostri monumenti con il ‘Pacco per Napoli’, alla gestione ai privati dei beni pubblici, l’epoca è cambiata, e fanno gli affari tutti coloro che hanno agganci giusti e possono permetterselo.

Il comune di Napoli che non nomina agronomi, non assume tecnici con una situazione in mano alla “Napoli Servizi” sprovvista di esperti, prima ha impoverito il servizio, ora decide di affidarsi ai privati che gestiranno il verde di Napoli, che organizzeranno certamente anche eventi anche a pagamento.

Questa gestione pericolosissima, non è una collaborazione, ma trattasi di un’intromissione a gamba tesa, che anticipa certamente quello che poi diventerà un affare per pochi.

Nella commissione di ieri, la presidente aveva promesso un blocco dei lavori al Parco Mascagna, ‘per approfondimenti’, visto che il Parco sta diventando un cimitero di piante ed alberi.
Aspettiamo che la Saggese, da presidente della commissione Salute e verde, alla quale ho inviato una PEC, faccia tutti gli atti per bloccare questo sterminio come aveva promesso.