Ieri in Consiglio Regionale è stato votato per alzata di mano il Bilancio Consolidato. Noi consiglieri, per l’approvazione di documenti così importanti, siamo stati avvisati solo 24 ore prima;
mi domando chi in aula abbia avuto il tempo di consultarli!

A questo livello così basso siamo arrivati, dal punto di vista politico.
D’altronde in una Regione in cui si preferisce dare fondi, dal bilancio, a serie tv e film che sporcano l’immagine della città (come Gomorra e Mare Fuori).

Non pagheremo lo show circense della signora De Crescenzo all’interno del festival del baccalà (già risibile di suo) visto che, fortunatamente, il logo della Regione è risultato abusivo e girava sui social impropriamente ma comunque finanziamo il festival del baccalà, da anni.

La vera cultura napoletana, Cinema, canzoni classiche napoletane e musica popolare e classica sono fuori dal raggio d’azione della Regione

Il Bilancio della Regione Campania destina soldi a queste realtà continuamente, sottraendoli ad investimenti che pur sono stati approvati al bilancio come quelli, ad esempio, delle Paline con QR Code sotto i monumenti storici, e che di fatto informano cittadini e turisti sulla nostra storia.

Ma no, altro che ‘Festival della canzone napoletana’ o magari ‘Piedigrotta’, meglio finanziare il Trash ed il Baccalà!