Sono stata costretta a presentare nuovamente un’interrogazione, dopo che il Consiglio, bravissimo a scrivere delibere pessimo a realizzarle, ha bocciato la mia mozione in cui chiedevo il superamento dei tetti di spesa per la diagnostica urgente degli oncologici.
I burocrati non ci servono, ma hanno avuto il coraggio di affermare che stanno provvedendo a risolvere il problema; il presidente De Luca attacca il governo in quanto ‘affosserebbe’ la sanità pubblica, ma il primo ‘affossatore’ della sanità pubblica regionale è stato proprio lui.

Ho per questo richiesto quali siano i motivi per cui non viene rispettato fedelmente quanto stabilito dalla delibera n.470/2022, e se si intende agire in qualche modo affinché questo avvenga, considerato che moltissimi pazienti ci segnalano che tali provvedimenti difficilmente vengono rispettati.

Non dimentichiamo che tra i vari punti della n.470, viene ribadito che le prestazioni erogate nei Day Service Ambulatoriale Oncologici devono essere conformi a quanto previsto dai percorsi diagnostici terapeutici assistenziali oncologici regionali (PDTA), ovvero ai protocolli o linee guida in campo ematologico, al fine di garantire una reale presa in carico del paziente durante l’intero percorso.

Insomma, la Giunta non ha fatto nulla dopo un anno e più, i pazienti sono abbandonati a loro stessi e difficilmente vedremo un miglioramento della sanità Regionale.