“avide Tutino, il professore di storia e filosofia e presidente di Resistenza Radicale è in sciopero della fame da nove giorni; sta dando così il suo contributo nel fermare la propaganda a favore della guerra, io sono con lui! Poche testate giornalistiche hanno riportato della raccolta firme per il referendum, che vedrebbe i cittadini italiani esprimere il loro consenso o dissenso nei confronti della guerra in Ucraina con l’invio delle armi. Chi ci governa sa che la popolazione è contraria ed un referendum fermerebbe questa propaganda. In queste ore continuiamo a raccogliere le firme in tutto il Paese, quest’oggi siamo stati fuori al Forte di Vigliena a Napoli, sullo stradone Vigliena 15 a raccogliere le firme e tante persone sono accorse a portare il loro contributo, firmando! Come dice il prof. Tutino, abbiamo fame di verità, lui che la fame la sta provando da nove giorni, possiamo informare il popolo che dalla guerra si può uscire, solo se si vuole, prima che sia troppo tardi: basta una firma!