Un evento praticamente chiuso in quella struttura che in questi giorni ha visto certamente la vittoria degli sportivi napoletani; grazie alla sentenza del Tar che ha tolto finalmente alla società Giano la gestione.
La presidente alla quinta municipalità, ex Forza Italia ora infilata nel Movimento 5 Stelle, dovrebbe conoscere tutto questo ma forse non legge le sentenze; accompagnata dalla presidente del Consiglio Comunale, che non legge ugualmente, plaude all’ ospitalità della Giano a cui il Tar ha appena revocato la concessione del Collana, con una sentenza da far impallidire.
È un peccato che ai bambini non sia stato permesso di manifestare per la città in difesa della cultura della non violenza il Comune ancora oggi, con la scusa di due anni di pandemia ed avendo permesso “tavolini selvaggi” dei locali, sparsi qua e là, ha vietato ai bambini di proseguire la Marcia della Pace in giro per le strade della loro città, chiudendoli allo stadio Collana con la scusa della sicurezza.
Vedremo le prossime proposte per restituire i marciapiedi ai bambini e agli adulti.