Ricordate i rifiuti esportati illegalmente in Tunisia?
Dopo la figuraccia internazionale e dopo quasi due anni, la magistratura ha imposto il rientro a Salerno.

Il 19 febbraio comincerà il rimpatrio dei rifiuti, stoccati in 213 container, dal porto di Sousse in Tunisia verso l’Italia. Ma i dubbi sono ancora tanti. Una vicenda gestita pessimamente.
Rimango perplessa su come vengono fatte queste cose, sulla facilità con cui vengono ripresi questi rifiuti.
Anche quando si va a cambiare un’abito, la negoziante controlla il vestito se è intatto, e noi invece ci prendiamo dei rifiuti senza guardare nei container per capire cosa ci sia.
A me sembra una cosa folle. La caratterizzazione in Italia è assurdo, se si trova qualcosa di diverso dai rifiuti Cer. 191212 a chi si darà la colpa?

Il Ministero tunisino inoltre ha fatto sapere che potrebbero tornare anche i rifiuti bruciati il 29 dicembre scorso.

Andremo di certo a Salerno quando arriveranno questi container, li accoglieremo per capire dove andranno. Se 33 sembrano già assegnati da delibera allo stir di Battipaglia, che fine faranno gli altri?
Il rischio è che dopo un giro panoramico per il Mediterraneo andranno ad Acerra nell’inceneritore