La monnezza che deve viaggiare e viaggiare…Nel silenzio generale dei politici e di molta stampa rientrano in Campania i rifiuti illegalmente esportati.

Una vicenda durata un anno e mezzo che non ha preoccupato i consiglieri e i politici.

L’ambasciata di Tunisia in Italia e la Regione Campania hanno raggiunto un’intesa per il rimpatrio imminente dei rifiuti di provenienza italiana, attualmente stoccati presso il porto tunisino di Sousse;
282 container, 212 sono stoccati al porto di Sousse, mentre altri 70 erano stati depositati nell’impianto della Soreplast di Moureddine (Sousse), andato a fuoco il 29 dicembre scorso, mandando in fumo circa 1.900 tonnellate di rifiuti.

Una vergogna internazionale. Adesso, oltre lo “scuorno”, chi pagherà il rientro, lo smaltimento, il parcheggio della nave per un anno e mezzo? E ci sarà un provvedimento nei confronti di chi ha sbagliato? Ho presentato un’interrogazione per avere chiarimenti