RIFIUTO: obiettivo VIAGGIARE IN LUNGO E LARGO

282 container bloccati in Tunisia da un anno.
Ecoballe esportate all’estero e in Lombardia.
Rifiuti abbandonati a terra in Campania che bruciano ogni giorno.

Non siamo autonomi nella gestione del rifiuto, tanto da pagare dal 2015, 120mila euro al giorno solo di multa europea e ci permettiamo il lusso di prenderci il rifiuto del Lazio?
E dove andrà stipato o smaltito?

Siamo l’ultima regione in Italia, allego nel post la scheda per capacità di trattamento

Lazio e Campania totalizzano complessivamente uno sbilancio di gestione per circa 1 milione di tonnellate: non sembra azzardato affermare che la mancata autosufficienza nello smaltimento in queste regioni è la principale causa all’origine della migrazione di rifiuti nel Paese.

L’impressione è che sia più “interessante” farli viaggiare piuttosto che procedere a:

  • RIDUZIONE drastica del monouso e degli imballaggi
  • RIUSO del materiale per una seconda vita
  • IMPIANTI per l’umido e per i rifiuti speciali che ora potrebbero viaggiare indisturbati sotto “mentiti” codici….

Da quando siamo al governo non si è fatta una norma per la riduzione del rifiuto (prima di tutto il monouso), dal 2015 la regione si arrabatta intorno ad un piano inefficace che ha mostrato tutte le sue falle.