La D.G. Economia Circolare (ECi), è coinvolta nella gestione di 8 casi di contenzioso e precontenzioso comunitario sulla gestione dei rifiuti:

  • due casi di particolare gravità con condanne ex articolo 260 del TFUE e imposizione di ingenti sanzioni pecuniarie per inadempimento a sentenze di condanna della CGUE (caso “discariche abusive” C-169/13 e caso “rifiuti Campania” C-653/13); il primo caso è gestito da un Commissario straordinario (Gen. Giuseppe Vadalà) mentre per il secondo caso sono stati conseguiti accordi con la Commissione UE per il futuro taglio della sanzione;
  • un caso c.d. “discariche preesistenti” (P.I. 2011/2215, C-498/17) con sentenza di condanna del 21 marzo 2019 e per i quali sono stati attivati i poteri sostitutivi ex art.41 della L. 234 del 2012;
  • un caso relativo al “Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi” per la mancata ottemperanza agli obblighi imposti dalla direttiva 2011/70/Euratom P.I. 2020/2266 ex art. 258 TFUE).

I casi di precontenzioso EU Pilot sono attualmente 4.

EU Pilot 9068/2016 – chiusura e fase post-operativa della discarica di Malagrotta;

EU Pilot 2019/9541 -gestione dei rifiuti nella regione Siciliana e nella regione Lazio e a Roma;

EU Pilot 2019/9530 – recepimento della direttiva 2015/720/UE sulla riduzione dell’utilizzo di borse di plastica in materiale leggero;

EU Pilot ENER/2020/9718 sullo stoccaggio di rifiuti radioattivi nel comune di Parona (PV).

Qui per per il documento – Contenzioso comunitario