Alcune settimane fa ho scoperto che l’Amministratore di Sma, la società partecipata della Regione Campania balzata alle cronache per la vicenda Bloody Money, ha designato un avvocato per controllare le attività svolte dalla stessa azienda.
Un’operazione che avrebbe dovuto compiere la Regione con i suoi uffici deputati e costata ai contribuenti 60 mila euro. Nella risposta alla mia interrogazione pervenuta da parte dell’Ufficio Speciale Controllo e vigilanza su enti e società partecipate si evidenzia che “non sono a conoscenza delle attività in questione”.
Una risposta incomprensibile. Possibile che si spendano i soldi dei cittadini campani e nessuno sappia niente? Per questa ragione ho presentato una seconda interrogazione per far luce sulla vicenda. Vi tengo aggiornati!