Per valutare la rilevanza epidemiologica e l’impatto degli esiti clinici della patologia da Sars-Cov-2 è di fondamentale importanza che l’attività di monitoraggio sia effettuata nell’ambito dei percorsi di sanità pubblica, con l’analisi sistematica delle informazioni raccolte dalle banche dati regionali.

Per garantire un percorso efficace è necessario che la prescrizione e la prenotazione dei controlli e degli approfondimenti necessari a carico del medico di famiglia, dello specialista o della struttura sanitaria che visita il paziente siano individuabili in modo specifico come percorso di follow up post Covid 19.

È necessario assumere ogni iniziativa a livello nazionale affinché si preveda l’introduzione di una nuova specifica esenzione a livello nazionale per i pazienti che sono stati affetti da Covid-19, che ricomprenda le indagini necessarie a monitorare nel tempo le conseguenze dell’infezione e al contempo, affinché il costo e le minori entrate derivanti dall’individuazione di tali percorsi, concorrano all’insieme delle misure di sanità pubblica poste in essere per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e siano oggetto di specifica rendicontazione anche al fine del riconoscimento economico nel ambito delle attività del setting della prevenzione.

Per questo ho depositato una mozione per impegnare la Giunta regionale ad introdurre un percorso specifico e individuabile per le prescrizioni mediche relative a patologie correlate all’infezione da Sars-Cov 2; ad individuare ambulatori dedicati al follow up Covid-19 in cui sia presente un team multidisciplinare, ad adoperarsi a livello nazionale per il riconoscimento di un codice di esenzione nazionale per patologie correlate a pregressa infezione da Sars-Cov 2 e, nelle more, attivare un codice di esenzione ticket regionale temporaneo nell’ambito delle attività poste in essere per la prevenzione e il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 parametrato alla fascia di appartenenza ISEE del beneficiario.