La Sauie, partecipata della Regione Campania, gestisce un patrimonio milionario proveniente dall’ eredità del Barone Quintieri Un patrimonio destinato solo ai ragazzi non vedenti o ipovedenti per la loro formazione scolastica e lavorativa. Nonostante ciò alcuni ragazzi, in difficoltà economica, non possono essere ospitati nel Convitto perchè l’ambito non ha contribuito economicamente. Ecco la mia mozione appena presentata affinchè le volontà testamentarie siano rispettate, e sia gestito in maniera corretta il patrimonio lasciato in eredità ai giovani ragazzi non vedenti. La regione ha un compito importantissimo che non è ben onorato visto che gli eredi Quintieri sono stati costretti ad un procedimento giudiziario nei confronti della Regione stessa per il mancato rispetto testamentario. Auspico finalmente una iniziativa forte da parte della Regione e che si faccia finalmente luce sui conti, sugli introiti dei fitti degli alloggi sulle condizioni e sulla reale presenza nel caveau di tutto quello che è nell’elenco dei beni mobili, inutile aggiungere che il nocumento nei confronti dei ragazzi ciechi ed ipovedenti qui rappresentato è solo l’apice di una lunga serie decennale di ingiustizie.