Napoli la mia città disperatamente bellissima!

Più recentemente ce ne occupammo nel 2014 con il maggio dei tradimenti
grazie a Camillo Alfonso Guerra, Luigi Grosso, Paola Staffieri, Anna Maria Buonocore, Adriana Stanziola, Ale Fedele, Enrico Conelli, Gianni Bruscino, Francesco Accardo, Dario Catania (altri sicuramente li ho dimenticati) del patrimonio del sito Unesco, dei fondi europei sprecati, della Cripta napoletana chiamiamola STRADA ROMANA e della Farmacia degli Incurabili…
e ancora purtroppo senza risposta la mozione della Banca Europea nell’Albergo dei Poveri.

Adesso l’Unesco si occupa dei beni immateriali mentre i capolavori crollano!

Questa la denuncia e questa la nostra proposta!
Il Difensore dei diritti delle opere architettoniche ed artistiche di Napoli
a lavoro con la Napoli perbene per il controllo dei fondi e della esecuzione dei lavori.