Nel 2018 in Campania un milione e 400 mila persone sono rimaste intrappolate dallo smog. In 13 centri urbani Legambiente denuncia il superamento, spesso reiterato, della soglia limite per le polveri sottili PM10. Secondo i dati dell’Arpac, la maglia nera con il record di superamenti delle soglie va a San Vitaliano con 122 sforamenti, uno ogni tre giorni. In questo disastro ambientale De Luca, nella sua legge di bilancio, ha fatto approvare tagli per 4,5 milioni di euro destinati alla tutela della qualità dell’aria. Una mossa scellerata che dimostra il totale disinteresse del governatore e della sua giunta per l’ambiente e la salute dei cittadini campani.