Qui il link che porta alla pagina del sito Arpac in cui si comunicano i dati dei veleni sviluppatisi in San Vitaliano.
Il nostro intervento quindi è servito a far pubblicare almeno i primi risultati su veleni come diossine, furani e quant’altro.
Anche se l’incendio è del giorno 1 luglio, il prelievo è del 4 luglio e i dati sono pubblicati il 9 luglio.
Una cosa è certa, non sappiamo cosa renda nauseabonda l’aria che chiude e irrita la gola e non sappiamo quali danni si accumulano nel tempo nel nostro organismo.